Vacanze a Roma - ItaliaGuida

Itinerari romani: Giardino degli Aranci, fascino senza tempo

Il panoramico parco Savello sull’Aventino regala ai visitatori una splendida vista di Roma, posando lo sguardo su Trastevere, sul centro storico, sul Gianicolo e Monte Mario. Una passeggiata unita a un vasto scenario naturalistico impreziosito dalle profumate piante di melangoli, ossia aranci amari, che gli conferiscono questo nome. Di seguito troverete notizie utili sull’origine del parco, su come raggiungerlo e sulle alternative per una visita occasionale o per un soggiorno anche culinario in zona.

Giardino degli Aranci – Cenni storici

Giardino degli AranciNoto anche come Parco Savello, il Giardino ha un’estensione di circa 7800 m2 e si situa sull’Aventino, nel rione Ripa. La sua edificazione fu voluta dalla famiglia dei Savelli, da cui il nome del parco stesso, attorno al 1285 presso la basilica di Santa Sabina sull’Aventino su un castello preesistente costruito da due pontefici appartenenti a questa famiglia - papa Onorio III e Onorio IV. Da ricordare infatti che già intorno all’anno Mille l’Aventino era diventato una roccaforte nel corso delle lotte imperiali che caratterizzano questo periodo storico e fino al XIII secolo fu un presidio della famiglia Savelli.

L’origine del giardino è riconducibile alle leggende nate attorno a San Domenico di Guzman, fondatore dell’ordine dei Domenicani che visse nel vicino monastero. Si racconta che un arancio nel giardino del chiostro sia stato portato direttamente dalla Spagna e resista tuttora alle intemperie dei secoli trascorsi.

Giardino degli Aranci – Descrizione

Tre sono gli accessi che danno accesso al parco, uno in piazza Pietro d’Illiria, adornato nel 1937 dal portale proveniente da Villa Balestra, uno in via Santa Sabina e l’ultimo su Rocca Savella. Spiccano all’interno i resti del castello, le torri e il ponte levatoio.
Il parco, avvolto da antiche mura altomedioevali, termina con una panoramica terrazza dominante il Tevere proprio nel punto dove sorgeva l’antico e maggiore porto di Roma.

Il giardino si presenta attualmente secondo l’impostazione datale nel 1932 dall’architetto Raffaele de Vico allorché venne ridefinito l’assetto urbanistico dell’Aventino nello specifico all’interno dell’area che i padri Domenicani della vicina basilica avevano destinato a orto: l’estensione per 7800 m2 è stata finalizzata a un nuovo parco pubblico da adibire a belvedere, a fianco di altri luoghi storici della città come quelli del Pincio e del Gianicolo.

Simmetrico nell’impostazione, il giardino si apre in un viale mediano intitolato a Nino Manfredi che si dirama in due piazzali: a destra in origine era collocata la fontana di Giacomo della Porta da porre prima in piazza Montanara e poi a piazza S. Simeone ai Coronari, all’ingresso del parco. Di notevole pregio, la fontana, forse raffigurante Oceano, vanta una traversata storia ed è composta da una vasca termale romana e da un sovrapposto mascherone in marmo incassato in una conchiglia. L'ingresso posto in piazza S. Pietro d'Illiria fu dotato nel 1937 dal portale proveniente da Villa Balestra sulla via Flaminia.

Come arrivare
E’ possibile raggiungere l’ingresso posto in via Santa Sabina in metropolitana, grazie alla linea B, fermata Circo Massimo. Alternativamente la zona è raggiungibile dalle seguenti linee di autobus urbani: 81, 160, 204, 628, 23, 716, 781, 170, 44 , 810, 715.

Orari di apertura
Dalle 7.00 al tramonto.

Da vedere in zona
Circo Massimo, Trastevere, Isola Tiberina.

Mangiare in zona
Dopo una passeggiata nel parco si può concludere l’itinerario gustando le specialità dei popolari ristoranti di Trastevere e dei ristoranti zona Ostiense.

Dormire in zona
Ecco alcune indicazioni su hotel di Trastevere posti in prossimità del parco, in aggiunta ad alcuni B & B del Colosseo.

Divertimento in zona
Il Giardino degli Aranci è in sé una fonte di svago e approfondimento per la ricca kermesse estiva di spettacoli teatrali. Altre alternative presso i locali di Trastevere o i locali di Testaccio.
 

Alto pagina

Visita nelle meravigliose chiese romane: vacanze culturali

Gli incantevoli monumenti romani: vacanze a Roma

Visita nei meravigliosi musei romani; vacanze a Roma

Visita ai palazzi romani: le tue vacanze culturali a Roma

Le splendide ville romane: le tue ferie a Roma

Visitare Roma: percorsi turistici e culturali

Le prelibatezze romane: sapori e specialità tipiche romane

Tempo libero e divertimento a Roma: vacanze sportive

Visita la città: i rioni di Roma

Ricettività a Roma

Realizzazione siti internet per Turismo

Vacanze a Roma - ItaliaGuida c/o Opera Digitale Srl - Via Bargagna N° 60 (Piano 3°) - 56124, Pisa (PI) - Italy
Tel. +39 050 9913648 - Fax +39 050 9913647 - Posta:
Partita IVA: IT01931820508 - Codice fiscale: 01931820508 - Iscrizione REA N° 166732 Pisa - Capitale Sociale: 10.000 euro i.v.